NEWS
CARRU: IN MIGLIAIA ALLA 107° FIERA NAZIONALE DEL BUE GRASSO
CARRU: IN MIGLIAIA ALLA 107° FIERA NAZIONALE DEL BUE GRASSO

data 11 dicembre 2017

Descrizione
Una fiera delle prime volte quella svoltasi a Carrù venerdì 8 dicembre, ma sempre profumata di cucina di Langa e colorata dal tipico folklore di chi a Carrù ogni anno torna non solo per ammirare il bue grasso, anche e soprattutto per gustare il tradizionale bollito. Prima volta di venerdì, e anche ultima, almeno per il momento, perché sul sito del comune che organizza la kermesse dal 19010, è già indicata la data della prossima edizione, il 13 dicembre 2018, come vuole tradizione, di giovedì. Prima volta con la premiazione a cielo aperto, di fronte ad un pubblico alloggiato nelle tribune di quello che orami da tutti è stato ribattezzato il “bue Stadium”.  A conquistare la 107 edizione della Fiera Nazionale del Bue Grasso tre “re”. Poli, pesa 1320 chili allevato da Luigi Carlo Vallino di Marene è il primo premio per i  Buoi grassi della coscia. Di Vallino anche il Bue più pesante, 1380 chili ed un destino segnato nel nome: Trono. Il primo premio per il Buoi grassi migliorati è stato assegnato a Pavone, bue di 1160 chili dei Fratelli Delsoglio di Fossano. L’ultimo gigante è Usignolo, di Osvaldo Aragno, pesa 1116 chili ed è il primo premio nella categoria Buoi grassi nostrani.   Premio Bravom, assegnato dall’omonima associazione, all’allevatore Giuseppe Ferreri.